Blendr e i suoi fratelli geolocalizzati

Allora, la geolocalizzazione ha solo un senso: gli incontri o la chat. Tra i più famosi c’è Grindr  un’app per iPhone che facilita l’incontro di uomini gay e bisessuali, in base alla propria posizione geografica. Il numero degli utenti del servizio è arrivato a quota 2 milioni nel giro di due anni. Cifre di tutto rispetto.

La nuova app, molto simile ma diversa per tipologie sessuali, si chiama Blendr e, dal punto di vista informatico, è identica a Grindr. Secondo Joel Simkhai – CEO e fondatore di Grindr – Blendr non intende favorire solo incontri occasionali, ma anche relazioni e amicizia:“Blendr porta la vera componente sociale nel social networking. Con Facebook puoi chattare e condividere cose, non incontri realmente nuove persone. Blendr è il modo migliore per fare nuovi amici”. 

Almeno così dice, insomma. Tra i misteri di questa applicazione che si appoggia a Badoo (sì, proprio quel Badoo) ci sono le foto di profilo: moltissimi utenti mettono quelli dei vip? Perchè? Pensano forse di passare inosservati?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...