Storia generazionale dei 20/30enni: i “Condannati a Vita”

Vincenzo Carbone

“Condannato a vita
Storia di ipocondria e precariato” parla della vita di noi 20/30enni precari in tutto, per tutto. Dell’insicurezza che ci consuma giorno dopo giorno, dei sogni che ci stanno togliendo, dei progetti che non possiamo fare.

Qui il Book Trailer

Questo romanzo racconta anche della forza che abbiamo, di quello che riusciamo a fare ogni giorno nelle guerre che combattiamo contro chi ci “condanna alla vita”.

"Condannato a vita", articolo su "La Repubblica  11-4-14 “Condannato a vita”, articolo su “La Repubblica 11-4-14

All’inizio fa ridere, poi pensare, poi piangere, poi riflettere.

cropped-libriscatola.jpg

La Trama: Lorenzo vive limitato dall’ipocondria. Il cibo, l’igiene, il lavoro, gli spostamenti, il sesso: tutto è un problema a cui pensare ossessivamente. Viviamo la sua routine fatta di paranoie e gabbie emozionali, arrivando a riderne pur provando pena.

Breve video amatoriale della presentazione in Campidoglio 

La “voce dell’ipocondria” suona nella sua testa e ci appare in tutta la sua feroce invadenza. Un…

View original post 43 altre parole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...